Salubrità dell’acqua
Un cattivo stato di manutenzione dell'impianto idrico, non solo può compromettere l'integrità dell'edificio, ma può avere effetti negativi sulla salubrità delle acque che vengono destinate al consumo umano.

Quindi l’amministratore non deve tener conto solo che tali impianti (idrosanitari, quelli di trasporto, trattamento, uso, accumulo e consumo d'acqua all'interno degli edifici condominiali) sono soggetti, a valle del contatore, al D.Lgs. 37/08 (ex legge 46/90) in tema di sicurezza degli impianti, ma anche che egli è responsabile che le acque destinate al consumo umano siano salubri.
analisi acque amap.pdf
Documento Adobe Acrobat [517.3 KB]
D.Lgs. 2 febbraio 2001, n. 31, recante attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano
D.Lgs. 2 febbraio 2001, n. 31, recante attuazione della direttiva
98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano
dlgs31_01.pdf
Documento Adobe Acrobat [377.0 KB]
D.Lgs. 02/02/2002 n, 27 - Modifiche ed integrazioni al D. Lgs. 02/02/2001 n. 31
Modifiche ed integrazioni al D.Lgs. 2 febbraio 2001, n. 31, recante attuazione della direttiva
98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano
DL_n27_02_02_2002.pdf
Documento Adobe Acrobat [26.4 KB]
D.g.r.17 maggio 2006 - n. 8/2552
“Requisiti per la costruzone, la manutenzone, la gestione, il controllo e la sicurezza,ai fini igienico-sanitari, delle piscine natatorie”
dgr_lombardia - piscine.pdf
Documento Adobe Acrobat [1.1 MB]
Requisiti di qualità delle acque potabili
Per definizione, è detta potabile l’acqua che pu essere bevuta o impiegata nella preparazione degli alimenti senza pregiudizio alcuno per la salute. I danni alla salute possono derivare da contaminanti, di natura chimica o microbiologica, che l’acqua pu raccogliere durante il suo ciclo; contaminanti che possono essere naturalmente presenti nell’ambiente o perché dispersi dalle attività umane.
L’acqua è considerata potabile se presenta i requisiti di qualità riportati da apposite norme, quale il Decreto Legislativo 2 febbraio 2001, n. 31 “Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano” e successive modifiche ed integrazioni, riportate nel Decreto Legislativo n.27 del 2 febbraio 2002, che stabiliscono i limiti massimi ammissibili per le sostanze che possono essere presenti nell’acqua destinata al consumo umano.
Un'acqua puo' essere dichiarata idonea all'uso potabile solo quando è stata analizzata sia sotto il profilo chimico, che microbiologico: nessuna altra indicazione (l'assenza di torbidità, il senso di gradevolezza, l'isolamento ambientale del corso idrico o della sorgente) costituisce un elemento sufficiente per dichiarare un'acqua “buona” o esente da rischi.
La responsabilità di cui sopra è conseguenza del fatto che l’amministratore è il custode dei 
beni condominiali, della cui conservazione e degli effetti che gli stessi possono produrre, è
responsabile (si ricorda che l'articolo 2051 del codice civile afferma che ciascuno è
responsabile del danno cagionato dalle cose in custodia, salvo che provi il caso fortuito).

 

SANZIONI E PENE PER L’AMMINISTRATORE 

Nei confronti dell'amministratore di condominio sono irrogabili in astratto le seguenti
sanzioni amministrative pecuniarie corrispondenti al pagamento:

della somma da euro 10.329 a euro 61.974 (art. 19, comma primo) qualora fornisca acqua
destinata al consumo umano che contenga microrganismi o parassiti o altre sostanze in
quantità o concentrazioni tali da rappresentare un potenziale pericolo per la salute umana,
ovvero non soddisfi i requisiti minimi previsti dalle parti A e B dell'allegato I, oppure non siano
conformi ai provvedimenti adottati dall'autorità d'ambito sentita l'Azienda Sanitaria Locale;
inoltre nei confronti dell'amministratore del condominio il sindaco del comune
territorialmente competente, a seguito della richiesta dell'Azienda Sanitaria Locale o
dell'autorità d'ambito, può emettere un'ordinanza, giustificata da motivi di igiene, la quale gli
prescriva l'adozione, entro un termine congruo, delle misure tecniche necessarie per tutelare
la correttezza sanitaria, secondo quanto contemplato dal d.lgs. n. 31/2001, della
somministrazione delle acque dal punto di arrivo dell'acqua distribuita dal servizio pubblico al
rubinetto. L'inosservanza dell'adempimento delle prescrizioni dell'ordinanza, ritualmente
notificata all'amministratore, integra una fattispecie di reato ed è sanzionata dall'articolo
650 del codice penale con l'arresto fino a tre mesi.
SIAMO ISCRITTI ALL'A.N.I.D. ASSOCIAZIONE NAZIONALE DELLE IMPRESE DI DISINFESTAZIONE AL N° 0409
PARTNER APAVEITALIACPM - REFERENTE PER LA PROVINCIA DI PALERMO
AMIANTO NEI CONDOMINI

 In tempi come quelli in cui viviamo sembra quasi un’utopia utilizzare il termine donare, ancor più se si parla di business, denaro e profitto.

Ma cosa pensereste se vi dicessimo che "l’economia del dono" è la più

grande economia del mondo?

Il GRUPPO GAM, sin dalla sua nascita, ha deciso di basare la propria politica

aziendale su un concetto fondamentale: il business etico.

Attraverso le pagine di questo libro racconteremo la nostra storia, passando per le tappe fondamentali di un percorso che ci ha portato alla ferma convinzione

che si possa donare senza chiedere nulla in cambio.

In questo viaggio vogliamo condividere con voi la nostra vision, affinché possa essere un valido strumento per superare qualunque ostacolo si presenti davanti al vostro cammino.   

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER.

Sarai continuamente informato delle nostre iniziative e dei nostri servizi

https://www.facebook.com/gruppogam/

Riichiedete un appuntamento per effettuare un servizio prova e poter giudicare voi stessi la qualità del nostro lavoro.

 

Orari di apertura

Dal Lunedì al Venerdi

09.00/19.00 

Sabato e Domenica 

operativi su richiesta

 

Potete anche compilare il nostro modulo online. Vi risponderemo al più presto.

GRUPPO GAM S.R.L. Unipersonale
Via Dell'Orsa Minore n° 127
90125 palermo

 

Telefono

+39 91 6479955

+39 339 4874856

 

E-mail:

DIREZIONE & MARKETING

gruppogam@gruppogam.it

 

 

 

Condominio Web
Visita il profilo di gruppo su Pinterest.

Contatti

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Gruppo Gam srl Unipersonale - Via Dell'Orsa Minore n° 127 90125 Palermo Partita I.V.A.: 06304540823 REA: PA-312206 gruppogam@gruppogam.it - gruppogam@casellapec.com